Home » L'Ente Gestore » I progetti » LIFE Natura DuneTosca » Lavori in corso

D2 - Monitoraggio scientifico

Anni: 2007 - 2008/2009

2007

  1. Analisi geologica.
    È in corso la campagna di caratterizzazione quali-quantitativa delle acque superficiali e sotterranee delle aree soggette agli interventi di scavo. Le misurazioni interessano tutti i periodi dell'anno, in modo da comprendere la naturale dinamica dei livelli della falda superficiale e le escursioni della salinità in situazione ante operam. Durante la fase iniziale degli scavi, tali saggi verranno intensificati nella loro frequenza di campionamento.
  2. Monitoraggio della vegetazione dunale e retrodunale nelle aree interessate dagli interventi di eliminazione delle specie esotiche.
    Il lavoro di monitoraggio prosegue nello studio della vegetazione e della flora con i vari transetti ed i rilievi puntuali a terra, particolarmente utili per valutare gli effetti delle azioni in corso d'opera. In generale si nota già una ricolonizzazione delle specie psammofile ed anche del ginepro coccolone Juniperus oxycedrus macrocarpa, specie caratterizzante l'habitat prioritario oggetto principale dell'intervento.
  3. Monitoraggio della vegetazione nelle aree umide interessate da interventi di riqualificazione e ampliamento.
    La caratterizzazione floristica e vegetazionale delle aree di scavo era già completa con il lavoro di monitoraggio realizzato il primo anno per la vegetazione e la flora ante operam con transetti e rilievi aerei. Per questo motivo la fase di monitoraggio riprenderà nella prossima primavera (2008) per l'area oggetto dell'azione di eliminazione dell'indaco bastardo e nell'autunno 2008 per quella oggetto dell'azione di riqualificazione delle zone retrodunali.
  4. Monitoraggio della fauna (soprattutto specie ornitiche nidificanti a terra).
    Il lavoro di monitoraggio è iniziato attraverso lo studio dell'ornitofauna nidificante a terra in situazione ante operam, attraverso transetti e rilievi aerei. Tali rilievi hanno rilevato alcune situazioni particolarmente intense di conflitto tra usi umani e conservazione della fauna e degli habitat naturali (la popolazione nidificante di fratino Charadrius alexandrinus è legata localmente ad azioni efficaci di delimitazione tra le aree balneabili e quelle dove la fauna e la flora selvatica possono vivere e ad una prevalente pulizia manuale su quella meccanizzata). Inoltre sono stati incrementati gli indici di altre specie di rettili (presenza, sessi, stato fisiologico).
  5. Monitoraggio della fauna (anfibi, rettili, uccelli) nelle aree umide interne interessate da interventi di ampliamento.
    Il lavoro di monitoraggio è proseguito con lo studio dell'ornitofauna nidificante in situazione ante operam con punti di rilievo e rilievi aerei.
  6. Monitoraggio della colonia riproduttiva di chirotteri.
    Il lavoro di monitoraggio riguarda lo status della popolazione nidificante in San Rossore dove, oltre ai consueti conteggi, sono stati istallati sensori di movimento per registrare le entrate e le uscite degli individui. Tuttavia, a causa di ripetuti spostamenti verso un edificio contiguo a quello della colonia, è stato ritenuto prudente non effettuare inanellamenti nel 2007. Va detto anche che procede bene l'insediamento nell'edificio ristrutturato, dove il sensore per la temperatura interna conferma la creazione di un buon microclima all'interno della camera principale.
  7. Monitoraggio della popolazione svernante di chirotteri.
    Il lavoro di monitoraggio è proseguito fino all'inverno 2007 attraverso i rilievi delle grotte potenzialmente ricettive in un raggio fino a 50 km dalla colonia riproduttiva. La mitezza dell'inverno 2006 ha allargato il raggio d'azione disperdendo gli sforzi, portando alla scoperta di 2 individui ritrovati inanellati a distanze (50 km) non consuete per la specie.

2008-2009

Il lavoro di monitoraggio prosegue per gli aspetti idrogeologici, vegetazionali e zoologici, soprattutto ora che siamo in situazione post operam. In particolare è stato avviato il sistema di registrazione elettronica della colonia di chirotteri nell'edificio appositamente ristrutturato.

Per un quadro più aggiornato si rimanda alle singole azioni.